Mercoledì, 27 Marzo 2024 16:10

L'esperienza del GAS di Civitanova sulle comunità solari In evidenza

Gianni Santori ci racconta l'esperienza del GAS di Civitanova Marche (Rete GAS Marche) sulle comunità solari che CO-energia sta seguendo collettivamente tramite il Gruppo di Lavoro Sovranità Energetica.
 

Ci siamo imbattuti nell’esperienza della Comunità Solare in maniera del tutto casuale. 

Nel novembre del 2022, come Gas, stavamo lavorando alla costituzione della Comunità Energetica Rinnovabile convinti che i decreti attuativi del governo sarebbero arrivati in breve tempo; così non è stato e nello stesso periodo è apparsa sui giornali locali la notizia che a Montegiorgio, un paese a circa 20 Km da Civitanova, era nata una comunità energetica chiamata Comunità Solare.  Incuriositi abbiamo preso contatto con i promotori dell’iniziativa e così abbiamo appreso dell’esistenza delle Comunità Solari; ne abbiamo parlato all’assemblea dei soci del Gas e subito abbiamo cominciato a lavorare per costituirne una a Civitanova. La prima cosa che abbiamo fatto è ricercare uno sponsor che ci aiutasse nella prima fase; abbiamo presentato il progetto al Banco Marchigiano che l’ha subito trovato interessante riconoscendoci un piccolo contributo e collaborando con noi alla realizzazione di un evento pubblico nel mese di maggio 2023 con il prof. Leonardo Setti, presidente del Centro per le Comunità Solari. Dal primo agosto la Comunità Solare Locale di Civitanova ha cominciato ad operare e condividere energia.

Siamo in tutto 20 soci di cui 5 “prosumer” e 16 “consumer”. Fino ad ora la Comunità ha prodotto 16.742 Kwh di energia solare dei quali 8964 Kwh autoconsumati e 7.778 Kwh immessi nella rete; di questi, 5.153 Kwh (pari al 66.2%) sono stati condivisi dai soci maturando buoni acquisto per un valore complessivo di 2061 euro; abbiamo dato il nostro contributo alla riduzione di CO2 in atmosfera per un valore di 8.890 Kg. Tenuto conto che nei primi 7 mesi di vita della Comunità abbiamo avuto 4 mesi invernali dove l’energia da condividere è stata molto poca, il risultato è da considerarsi certamente positivo.

Partecipare alla Comunità Solare ha significato anche un diverso approccio al consumo di energia elettrica, con un sensibile cambiamento delle abitudini domestiche: fino ad ora, per risparmiare, abbiamo acceso gli elettrodomestici di notte mentre oggi dobbiamo fare il contrario e questo comporta anche una diversa organizzazione della vita familiare. Abbiamo maturato una maggiore consapevolezza del significato di transizione energetica e oggi alcuni di noi hanno rotto gli indugi e deciso di realizzare un impianto fotovoltaico domestico.   Quando riusciremo a dotare la Comunità di colonnine di ricarica per auto si aprirà un altro capitolo che riguarderà la mobilità elettrica. 

Siamo consapevoli che tutto questo è ancora una goccia nel mare ma allo stesso tempo possiamo affermare, con una certa soddisfazione, che la nostra goccia c’è.

Il punto di forza di questa nostra esperienza è stato certamente il fatto che siamo partiti da un gruppo esistente, il Gas, già sensibile al tema ambientale ed energetico e la Comunità Solare ci ha dato modo di mettere in pratica questa inclinazione.

Ora il nostro obiettivo è quello di allargare il gruppo, dedicarci alla costituzione della Comunità Energetica Rinnovabile e, per quanto possibile, partecipare all’impegno del mondo Gas sul tema della transizione energetica. 

Civitanova li 21.3.2024 Gianni Santori

 

Letto 156 volte
Salva
Preferenze utente sui cookie
Utilizziamo i cookie per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web. Se rifiuti l'uso dei cookie, questo sito potrebbe non funzionare come previsto.
Accetta tutti
Rifiuta tutti
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Matomo
Accetta
Rifiuta
Unknown
Unknown
Accetta
Rifiuta